Annuario 2015-2016 - Primaria

Una primaria … all’insegna della lingua inglese!

Procede la sperimentazione CLIL nelle classi III, IV e V della scuola primaria. Ormai consolidata da alcuni anni, questa metodologia prevede tre moduli di due ore ciascuno in ogni classe dalla III alla V. Storia, geografia, scienze, matematica… spiegate interamente in lingua inglese! Ormai i bambini si sono abituati a questa modalità, perciò per loro è naturale sentire la spiegazione in inglese, ad esempio, della nascita dell’universo o del ciclo dell’acqua, come è avvenuto per le classi III, oppure dell’organizzazione all’interno di un alveare o come scrivere una lettera, come è successo nelle classi IV, fino ad arrivare al sistema solare per le classi V. La maestra Annalisa Merlino, responsabile del progetto, spiega come i bambini apprendano con naturalezza grazie alla metodologia CLIL; in questo modo consolidano argomenti già trattati nella loro lingua madre con le insegnanti di classe e capiscono che l’Inglese non è solo una materia, ma una lingua con la quale poter veicolare varie conoscenze.


Lezioni con una madrelingua

Per potenziare ulteriormente l’uso della lingua inglese, sono stati proposti durante l’anno, sempre nelle classi III, IV e V, alcuni incontri con un’insegnante madrelingua. Maria Grillo, statunitense di Boston, ha intrattenuto i bambini proponendo attività e giochi mirati, secondo le scansioni previste dalla programmazione curricolare. Perciò i bambini di III hanno giocato a ‘Guess who?’, hanno imparato una filastrocca sugli aggettivi e hanno giocato con il cibo mentre gli alunni di IV si sono cimentati con cibi, azioni, ore e plurali; infine con le V si è addirittura simulato un viaggio in varie parti del mondo per consolidare nomi di paesi e nazionalità o si sono inventate storie al present simple e continuous .

Per mettersi alla prova con l’inglese…

Per concludere in bellezza, gli alunni di classe 5 hanno sostenuto l’esame Cambridge-Starters, che si è tenuto presso la scuola nella mattinata del 30 maggio. Grande tensione e aspettativa per il primo esame della loro vita! Sembrava di essere in un college inglese: dopo aver affrontato attività di listening, reading e writing, i ragazzi hanno sostenuto una breve interview con un insegnante madrelingua inglese, mettendo alla prova e dimostrando tutto ciò che hanno imparato, interagendo in lingua inglese. L’esame sostenuto certificherà il loro livello A1 secondo il quadro europeo di riferimento. Si dovrà pazientare un po’ per conoscere l’esito dell’esame: solo dopo l’estate si saprà quanti scudi avranno meritato!

  

 

 
E per concludere l’anno i bambini della scuola primaria si sono ritrovati tutti insieme nel cortile  per giocare, sfidarsi in giochi di squadra e fare merenda insieme.
Al termine dei giochi sono stati premiati i bambini per i tornei di calcio, pallavolo e i grandi giochi.

Ecco la classifica:


GRANDI GIOCHI:
1° classificato: 2A-B ORO
2° classificato: 3A ARGENTO
3° classificato: 3B BRONZO
 


CALCIO PRIMARIA PICCOLI:
1° classificato: 3A ORO
2° classificato: 2A ARGENTO
3° classificato: 2B BRONZO

CAPOCANNONIERE: MATTEO RONCHETTI (CLASSE 3)


 

VOLLEY PRIMARIA:
1° classificato: 5B ORO
2° classificato: 4B ARGENTO
3° classificato: 5A BRONZO



CALCIO PRIMARIA MEDI:
1° classificato: 4B ORO
2° classificato: 5B ARGENTO
3° classificato: 5A BRONZO

CAPOCANNONIERE: TOMMASO RONCHETTI (CLASSE 5B)
I bambini delle classi quarte, il giorno 20 maggio, si sono recate al museo Egizio di Torino per vivere una meravigliosa avventura all’interno del museo: hanno avuto la fortuna di essere accompagnati nel magico mondo della valle del Nilo tra sarcofagi, mummie e preziosi oggetti artigianali.

Al pomeriggio, dopo un pranzo presso lo storico oratorio di Don Bosco, i bambini hanno vestito i panni degli artigiani del faraone costruendo gioielli, vesti e decorando ciotole in terracotta.

La gita è stata impegnativa, ma i bambini si sono divertiti moltissimo e sono ritornati a casa stanchi, ma entusiasti!
Mercoledì 18 maggio le classi 5^A e 5^B  sono andate a visitare la sede del quotidiano       " La Provincia" di Como, per scoprire come nasce un giornale. 

Gli alunni hanno potuto vedere la redazione e parlare direttamente con alcuni giornalisti che erano al lavoro.

Si sono interessati alla composizione degli articoli, che oggi viene svolta tutta al computer .

La visione della stampa  del giornale, fino alla consegna nei vari punti vendita, ha fatto capire ai ragazzi  quanto lavoro c'è dietro a un  quotidiano.

Gli alunni hanno apprezzato molto l'impegno di questi specialisti della notizia e hanno promesso di partecipare all'iniziativa " Rivogliamo il nostro lago" promossa proprio da questo giornale comasco. 
 

Con grande entusiasmo, la mattinata del 6 maggio, le classi terze si sono avventurate nella…preistoria!!!

La visita all’archeopark, vicino a Brescia, e’ stata davvero unica,. I bambini si sono misurati in tanti e diversi laboratori, ripassando le conoscenze apprese in classe e scoprendo nuove abilita’. Tutti felici della giornata passata in Val Camonica, ricchi di nuove esperienze, sono tornati a casa con tanta voglia di …studiare!!!
 Il 13 maggio scorso , con un tempo assai incerto, ma fiduciosi di passare una giornata indimenticabile, noi bambini delle classi prime della scuola Primaria, con le nostre maestre, siamo  partiti per raggiungere la Fattoria Pasquè in quel di Casale Litta. Quanti animali amici dell’uomo ci attendevano: i maialini, i vitellini, le pecorelle, gli asinelli, le caprette, tanti uccelli da cortile...  In tutti noi  si è acceso un grande entusiasmo quando abbiamo potuto interagire con loro accarezzandoli o dando loro da mangiare. Ci sentivamo dei veri piccoli fattori! E poi siamo entrati nel caseificio della fattoria  e sotto la guida esperta e spiritosa del casaro  abbiamo preparato il formaggio. Che esperienza! ... Un bel pranzo al sacco, un gelato genuino e poi un po’ di “pet therapy”. Che tenerezza coccolare e accarezzare dolcemente pulcini e coniglietti! Non ci riconoscevamo così tranquilli e silenziosi! Davvero un toccasana!  Poi ancora pieni di energia abbiamo avuto il nostro momento di gioco libero. Purtroppo come tutte le cose belle anche quella fantastica giornata è giunta al termine! Forza tutti a scuola, dove ci attendevano mamma e papà!
Venerdì 13 maggio  era un giorno tanto atteso per le nostre classi 5^A e 5^ B, non solo perché si andava a visitare la città di Aosta, ma anche perché  era l'ultima gita della Scuola Primaria.

I ragazzi hanno trascorso la giornata in un bel clima d'amicizia e la gita in Valle d'Aosta  ha fatto da cornice a questa convivialità cresciuta in tutti questi anni trascorsi insieme.  

L'arco di Augusto, la Porta Pretoria, l'anfiteatro e il criptoportico dell'Aosta romana  hanno  affascinato  molti nostri alunni, altri invece sono stati conquistati dal castello di Fenis con le numerose torri e le stanze signorili  in stile medievale.

 Su una cosa  sono tutti d'accordo: la giornata  passata insieme rimarrà un  bellissimo ricordo.

�                                   Gli alunni e le alunne delle classi seconde
La giornata non prometteva nulla di buono, ma la curiosità era troppo forte e così, armati di ombrelli e giacche impermeabili, ci siamo messi in viaggio  per raggiungere l’isola di San Giulio. Lì ci siamo incamminati sulle tracce del barone Lamberto, seguendo alcuni indizi che Davide, la nostra guida per un giorno, ci ha fornito. Da bravi investigatori improvvisati, non solo abbiamo individuato l’abitazione del barone, ma siamo persino riusciti ad intravedere i suoi biondi nipotini che giocavano in giardino, ovviamente sotto la pioggia, nostra compagna di viaggio.

Dopo esserci rifocillati, per un pomeriggio ci siamo improvvisati attori e sindaci dei paesi del lago d’Orta e abbiamo rivissuto la storia di Lamberto, barone la cui vita non conosce la parola fine.

Finzione o verità?! Chi può dirlo!

Questo il messaggio certo: il lago d’Orta, che per anni è stato senza vita, ora è rinato grazie all’amore e all’ingegno dei suoi abitanti e perché no… anche del barone Lamberto.

L’esperienza vissuta è stata interessante, piacevole e divertente. Non ci resta che aspettare una nuova avventura!

Arrivederci al prossimo anno.

                                      Gli alunni e le alunne delle classi seconde
“Che bello sarebbe vedere le stelle di giorno !   Ma è impossibile ?”

“No, se andiamo  al Planetario Civico di Milano”.

E così il  28 aprile le classi 5^A e 5^B hanno realizzato il loro desiderio : a bocca aperta e con il naso in su hanno potuto ammirare tutto il firmamento.

Emozionante è stato il momento dell'apparizione di milioni di stelle e, man mano gli occhi si abituavano al buio, un coro di " oh" di meraviglia accoglieva lo spettacolo della volta celeste  con la Via Lattea, le costellazioni dello Zodiaco e i pianeti del sistema  solare.

Grazie alla proiezione del cielo con i movimenti del Sole, della Luna e delle stelle,  i nostri alunni hanno potuto  conoscere l' Universo e approfondire i suoi segreti. 

Le classi quarte si sono recate venerdì 15 aprile presso l’apiario del signor Mazzola a Buccinigo d’Erba.

I bambini si sono calati nei panni di un vero apicoltore: con tanto di tuta si sono avvicinati alle arnie per conoscere meglio il lavoro meticoloso e prezioso della grande famiglia delle api.

Gli alunni hanno anche potuto assaggiare diversi tipi di miele e hanno capito il processo con il quale si ottiene.

È stata una giornata davvero piacevole conclusasi con una salutare passeggiata immersa nel verde.
La sera del 19 marzo i bambini della Scuola Primaria hanno recitato due storie per i loro genitori e parenti: “Buonanotte mamme e papà” e “Il mago di Oz”.

Che bello sarebbe, per una volta, se fossero i bambini a far addormentare gli adulti? Sul palcoscenico ci hanno provato i piccoli delle classi prime e seconde, raccontando quattro fiabe classiche al pubblico di adulti seduto in platea. Dopo aver ascoltato Cappuccetto Rosso, Biancaneve, I Tre Porcellini e Hansel & Gretel, le mamme e i papà si sono addormentati sotto una grande coperta che ha riempito tutto il teatro.

Un grande mago, quattro streghe, mille scimmie alate, un taglialegna, uno spaventapasseri e un leone hanno accompagnato i bambini trasportati da un tornado nel Regno più colorato della fantasia: quello di Oz. Superando pericoli e vivendo mille avventure che hanno reso solida la loro amicizia, i protagonisti di questa storia hanno scoperto di possedere intelligenza, amore e coraggio e sono riusciti a vincere anche le sfide più difficili contro terribili nemici. 
Page 1 of 2