Comunicazioni

Una quindicina di giorni fa, i bambini del micronido, avevano invitato le loro mamme a trascorrere un pomeriggio con loro. Questo per poter condividere quei momenti e quegli spazi che di solito sono loro raccontati ma che non possono vedere di persona. A questo punto abbiamo colto l’occasione ed abbiamo deciso di unire questo pomeriggio con la ricorrenza (seppur anticipata) della festa della mamma. Quindi martedì 5 maggio, il micronido ha aperto le sue porte per una merenda mamma-bimbi.

Dopo aver accolto le mamme, ci siamo seduti in cerchio attorno al tappeto ed i bimbi hanno potuto far ascoltare e vedere un piccolo repertorio di canzoncine mimate che solitamente vengono cantate al mattino dopo l’accoglienza. Poi ci siamo spostati nell’angolo “pappa” e ci siamo fatti una scorpacciata di focaccine, pizzette, salatini, pasticcini, gelato, etc… Il tutto innaffiato da succhi di frutta di ogni gusto: insomma una vera merenda eccezionale!!!!! Grazie ancora alle mamme che ci hanno messo a disposizione tutto ciò!!!!! Infine ognuno ha potuto decidere in che” angolo” giocare, con chi e cosa far vedere alla propria mamma: chi leggeva, chi giocava con la cucina, chi faceva costruzioni, etc.. Intanto le mamme hanno anche potuto far amicizia fra loro e scambiare quattro chiacchiere.

I bambini sono rimasti veramente entusiasti da questo pomeriggio eccezionale, in cui hanno potuto condividere il loro piccolo grande mondo con le loro mamme!
Gli incontri domenicali delle famiglie di ogni classe della Scuola Primaria sono ormai una prassi collaudata da tempo.

La formula nella sua semplicità è efficace: dà la possibilità a tutti di conoscersi al di fuori della solita routine scolastica e di vivere in amicizia momenti di preghiera, formazione e convivialità.

Domenica 19 aprile era il turno della classe 4^A e l'incontro ha visto la partecipazione inaspettata di Padre Franco Moscone, Padre Generale dell'ordine dei Somaschi in visita in questi giorni al nostro Istituto.

Padre Franco si è intrattenuto con genitori e insegnanti per conoscere le realtà dei paesi che confluiscono nel nostro Istituto.

Ha condiviso il pranzo e la gioia dei bambini posando per una foto di gruppo e, nell'omelia della S. Messa, ci ha comunicato con semplicità tre emozioni che provava in quel momento: la gioia di stare insieme ai suoi confratelli; l'emozione che le parole del Vangelo "mi sarete testimoni" , lo interrogavano su cosa testimoniare se non il perdono e la misericordia di Dio e, colpito dal grande quadro di Gesù Buon Pastore, l'emozione dell'incontro di sguardi tra Gesù e la pecorella smarrita, che ci ricorda lo sguardo di amore che dobbiamo avere verso i fratelli soprattutto i più piccoli.

Lunedì 8 Giugno avrà inizio il Campo Estivo i cui destinatari sono i nostri alunni/e della Scuola Primaria e Secondaria (1° e 2°).
Il programma sarà:

Mattino: Accoglienza, inizio attività ore 9, gioco, canto e preghiera, compiti vacanze (esclusa la prima settimana), spuntino, attività di laboratorio, pranzo alle 12.30

Pomeriggio: gioco libero, tornei, gioco a squadre, merenda e attività varie.

Il termine del campo sarà il 30 Luglio.
Gli orari dalle ore 7 alle ore 18.30 massimo.
Tutte le altre informazioni le potrete leggere sull'informativa che è stata consegnata a ciascun alunno o eventualmente presso la nostra segreteria.

Vi aspettiamo come al solito numerosi!!!
Calcio, basket, volley, grandi giochi....questo è il menù che da tradizione consolidata caratterizza i bellissimi tornei che L'istituto organizza.
Tutti i ragazzi e le ragazze (sia della scuola primaria che secondaria) sono liberi di partecipare, all'insegna dei valori del rispetto,agonismo e di una sana rivalità.I nostri educatori saranno arbitri nelle varie competizioni e saranno promotori del far play.
Buon divertimento!!!
Le domande per l'assegnazione della Dote scuola per l'a.s. 2015/2016 devono essere presentate dalle ore 12 del 26 marzo alle ore 17 del 5 giugno.
La compilazione delle domande avviene tramite il sito www.istruzione.regione.lombardia.it
La procedura corretta per la compilazione della domanda viene rilasciata ad ogni alunno tramite un modulo di comunicazione esterna.

Chi fosse impossibilitato per serie ragioni ad effettuare la compilazione del modulo da casa può rivolgersi alla scuola o al Comune di residenza
Il nostro Istituto partecipa anche quest'anno all'iniziativa del "DONACIBO", nella settimana dal 9 al 14 Marzo.
Ognuno potrà portare dei generi alimentari non deperibili (secondo le modalità che vi sono state comunicate tramite informativa) che verranno raccolti e imballati.
Grazie agli Amici del Banco di Solidarietà verranno poi distribuiti alle persone bisognose.
Siete tutti invitati a contribuire essendo questa una buona oppurtunità per fare della carità.
Genitori e docenti sono invitati Giovedì 12, 19 e 26 Marzo 2015 alle ore 20.45 (presso il Collegio GALLIO a Como) agli incontri tenuti dal Dott. Silvano Boccalari. Verranno approfonditi temi che riguardano il disadattamento scolastico e l'importante ruolo che la famiglia può avere per aiutare i propri figli.
Siete tutti invitati.
Ecco alcune attività svolte dai bimbi al micro...utilizzando semplicemente ritagli di giornale o giocando con la schiuma..i bimbi imparano a sviluppare la loro manualità.
Oggi i bambini hanno avuto il loro primo approccio alla pittura in verticale e devo ammettere che sono stati molto curiosi e bravi nel riprodurre i loro “tratti artistici”! Sono stati entusiasti nel poter utilizzare tempere e pennelli per di più in piedi e devo dire che mi aspettavo che si sporcassero ed invece sono stati precisi, attenti e molto coinvolti: tanto che quando ho dovuto interrompere l’attività, tutti avrebbero voluto continuare.

L’attività consisteva nel dividere i bambini in gruppi di due, somministrargli una ciotola con tempera colorata (il colore l’avevano scelto loro)più un pennello e lasciarli liberi di esprimersi su un foglio appeso ad una parete.

Dopo aver intinto il pennello nella tempera c’è chi ha utilizzato solo tratti verticali, chi circolari, chi line spezzate e chi mentre lasciava libero sfogo al tratto ne esprimeva verbalmente il suo significato.

E’ stata un esperienza sicuramente da riproporre! Sia per dare sfogo alla creatività, che per sviluppare la motricità fine, sia per la coordinazione oculo manuale.

 

Venerdì 13 febbraio è stato l’ultimo giorno prima delle vacanze di Carnevale. Al nido stavamo svolgendo due inserimenti, per cui pensavamo di non fare la festa in maschera onde evitare possibili turbamenti nelle due bimbe nuove. Ma la notte precedente ho pensato”…perché non portare comunque delle maschere e dei vestiti?! Poi li proporrò ai bimbi più come gioco di travestimento che come maschere carnevalesche…” e così è stato! Sono andata a cercare nel baule dei travestimenti dei miei figli ed ho trovato vestiti e maschere che potessero andar bene per bambini così piccoli e che potessero non spaventare. Armata di pacchi e pacchetti, il mattino dopo, sono arrivata al nido!

Dopo l’accoglienza, le canzoncine e la frutta, ho tirato fuori uno alla volta, i vestiti e le maschere.

I bambini avevano occhioni grandi di stupore e, piano piano, abbiamo incominciato a fare il gioco del far finta di….Far finta di essere un bruco verde, un cavallo, una tartaruga, topolino, arlecchino, tigri, leoni, etc… Hanno continuato a cambiare abito e travestimento, fatto i versi degli animali, fino a quando ognuno ha scelto il travestimento che si sentiva più suo.

A questo punto grossi coriandoli colorati sono scesi dal cielo, stelle filanti ci sono svolazzate in contro e, anche chi non ha voluto travestirsi, si è lasciato conquistare dall’atmosfera allegra. Alla fine anche i “piccolissimi” della scuola hanno festeggiato il Carnevale con una bella e divertente festa!
Qualche settimana fa abbiamo trascorso due giorni giocando, sperimentando con l’acqua ed i suoi cambiamenti di stato. Cosa? I cambiamenti di stato al nido? Ma siamo impazziti?!?! No, non siamo impazziti: al nido si può fare tutto! Basta farlo sotto forma di gioco, di scoperta e ponendosi degli obiettivi idonei all’età. Vi assicuro che i bambini hanno partecipato con entusiasmo ed attenzione, ponendo domande e scoprendo questa bella magia attraverso cui l’acqua, col freddo, si trasforma in ghiaccio!

Il primo giorno ho somministrato ai bambini delle bacinelle con acqua fredda e poi con acqua calda (Concetti freddo/caldo). Li ho lasciati giocare liberamente poi, piano piano, ho introdotto vari oggetti per i travasi: un barattolino, un mulinello in cui versare l’acqua ( lo ha fatto girare). Successivamente ho introdotto un secondo barattolino. I bambini erano liberi di bagnarsi, travasare, sperimentare liberamente: io facevo da supporto.

Doverli staccare dai travasi è stato veramente difficile: gli è piaciuto veramente molto! In seguito abbiamo versato l’acqua nei sacchetti per fare i cubetti di ghiaccio, senza però dirglielo. Hanno visto gonfiarsi tante sfere, erano incuriositi. Una volta chiuso il sacchetto, i bambini lo hanno potuto toccare ed hanno scoperto che: era morbido, si poteva schiacciare, era trasparente. Poi lo abbiamo messo a “dormire” nel congelatore, gli abbiamo augurato buona notte ed abbiamo aspettato fino il giorno dopo.

La mattina seguente piano piano siamo andati a svegliare il sacchettino ma…..cosa è successo? Una magia? Con il freddo le sfere di acqua si sono trasformate! Sono diventate dure, bianche e fredde: incredibile!!! Abbiamo poi tolto tutte le sfere e ci abbiamo giocato toccandole ed assaggiandole.

Alla fine i bimbi hanno scoperto ed imparato che l’acqua col freddo( ma freddo freddo!!!) diventa ghiaccio, che col calore della mano si scioglie e quindi…torna ad essere acqua. Che magia incredibile!!!